mercoledì 21 settembre 2016

RCENSIONE: GIOVANE CARINA MOLLA TUTTO E CAMBIA VITA - Lisa Owens


GIOVANE CARINA MOLLA TUTTO E CAMBIA VITA

Lisa Owens



Editore: Newton Compton
Pagine: 226
Prezzo: 9,90 €

Trama: a volte bisogna fare un salto nel buio, mollare tutto e seguire i pri sogni. Claire Flannery ha trovato il coraggio di farlo. E adesso Claire ha lasciato il lavoro per scoprire la sua vera vocazione, ma non sa da che parte cominciare. Correre la maratona di New York? Finire di leggere tutti i classici lasciati a metà? Di fronte a lei ci soni tantissime possibilità, forse troppe. E intanto le giornate passano tra un giro su internet, un bicchiere di vino di troppo a pranzo e gli incoraggiamenti della nonna ("Ricordo cosa significa avere la tua età. Certo, io avevo già quattro figli..."). Gli altri intorno a lei sembrano avere tutto sotto controllo, a Claire invece sta sfuggendo tutto di mano. Intenso, tenero e divertente, l'esordio di Lisa Owen è la storia di una donna in un delicato momento di cambiamento, diario di una trentenne confusa e (in)felice.




La mia opinione: in ben sei anni di attività su questo blog, credo che questo sia il voto più basso che io abbia attribuito ad un libro! 
Al di là del gusto personale, cerco sempre di analizzare in maniera oggettiva un libro e ciò che solitamente lo salva dal ricevere una misera stellina è l'esistenza di una trama quanto meno decente.
Credetemi se vi dico che continuo ancora a chiedermi quale sia la trama di "Giovane carina molla tutto e cambia vita"!

Claire, una ragazza con un lavoro stabile, una casa e un fidanzato con il quale convive, decide un bel giorno che la sua vita non va più bene così com'è. Avverte il bisogno pressante di trovare il proprio scopo nella vita e inizia la sua rivoluzione personale, iniziando dal lasciare il lavoro per cercarne un altro che le dia una ragione di essere.

Sebbene questo sia solo l'inizio della storia, nel corso delle oltre duecento pagine le cose non cambiano poi molto. Claire è sempre più irrequieta, depressa e arrabbiata, non riesce a tirarsi fuori da questa spirale negativa, né tanto meno a trovare un lavoro, nonostante passi le giornate a setacciare annunci e ad inviare candidature.

L'insoddisfazione che l'affligge inizia anche ad avere conseguenze sul piano dei rapporti personali: litiga con la madre e passano mesi prima che possano ricongiungersi, tratta il fidanzato come se fosse uno zerbino e colleziona una figuraccia dietro l'altra con le amiche che finisco pian piano per allontanarla.
Inizia a chiudersi in sé stessa, accusare gli altri per la sua infelicità e, soprattutto, bere senza ritegno.
Alla faccia del nuovo inizio e della maturità.

Claire diventa pagina dopo pagina sempre più insopportabile, rovina consapevolmente i rapporti personali, sembra voler spingere Luke a lasciarla, ma questi si dimostra ogni volta disposto a subire le aggressioni della fidanzata, senza fiatare minimamente.
Tra i due non so chi io abbia disprezzato maggiormente, se lui per essere senza alcuna spina dorsale o lei per accusare tutti per la sua condizione e piangersi continuamente addosso senza far nulla per prendere in mano le redini della propria vita.

Di una trama non parliamone proprio, visto che non accade nulla oltre all'iniziale sconvolgimento.

La domanda sorge spontanea: qual è il senso di questo libro?
Fatevi un favore e risparmiate i soldi necessari per acquistarlo.



Il mio voto:Foto:







giovedì 15 settembre 2016

REVIEW: EMPIRE OF STORMS - Sarah J. Maas


EMPIRE OF STORMS 

Sarah J. Maas



29559052
Editore: Bloomsbury
Pagine: 704
Prezzo: 9,48 €


Trama: il lungo cammino per il trono è solo iniziato per Aelin Galathynius. Alleanze sono state infrante e guadagnate, amici sono stati persi ed acquisiti, e quelli che possiedono la magia sono in contrasto con quelli che non ce l'hanno.

Mentre i regni di Erilea di disgregano attorno a lei, i nemici devono diventare alleati se vuole far sì che le persona che ama non cadano di fronte alle forze oscure che reclamano il suo mondo. Con la guerra su tutti i fronti, la sola possibilità di salvezza risiede in una missione disperata che potrebbe segnare la fine di tutto ciò a lei caro.

Riuscirà Aelin ad impedire che il suo mondo vada in pezzi oppure alla fine crollerà?





La mia opinione: okay, posso farcela, posso scrivere la recensione di Empire of Storms.
Ho bisogno di auto-convincermi perché ho passato l'ultima settimana a leggere questo libro e, dopo averlo terminato questo pomeriggio, non riesco ancora a credere a ciò che ho letto. Cavolo.

Okay, ammetto che durante le prime duecento pagine sono andata a rilento, tuttavia questo non aveva nulla a che fare con il libro in sé per sé, bensì con il mio umore che mi ha impedito di godermi quella parte del romanzo. D'altra parte questo ha fatto sì che me la prendessi con comodo e, diversamente dai precedenti volumi, mi ha impedito di divorare le pagine nel giro di due, tre giorni.

Data la quantità di particolari, rivelazioni, avvenimenti e personaggi credo che l'unico modo per godersi questa lettura sia prendersela comoda e non correre. Certo, è difficile farlo quando si ha tra le mani il nuovo libro di Sarah J. Maas, ma se vi fidate di me e accettate questo consiglio, vedrete che mi ringrazierete!

giovedì 18 agosto 2016

ESCE OGGI: ALBION. Il Principe spezzato - Bianca Marconero

Mi rendo conto che è quasi un mese che non scrivo sul blog, ma negli ultimi mesi tra problemi in famiglia e università non ho avuto quasi tempo per fare nient'altro, sigh.
Tuttavia oggi ci tengo a pubblicare questo post per ricordarvi che da oggi potete trovare su tutti gli store online l'ebook "Albion. Il Principe spezzato" della bravissima Bianca Marconero!
Finalmente con questa novella potremo sapere qualcosa di più su Riccardo, personaggio non fisicamente presente nei libri precedenti (e qui evito di dire il perchè, non vorrei spoilerare nulla a chi non ha ancora iniziato questa serie). Sono curiosissima di conoscerlo meglio e sono certa che Bianca ci regalerà ancora una volta una lettura bellissima!
Inoltre possiamo ringraziarla di cuore perchè ha deciso di rendere gratuita la novella, così come ha fatto con "Albion. Diario di un'assassina".



ALBION. Il Principe spezzato 

Bianca Marconero

Albion - Il principe spezzato di [Bianca Marconero]
Pagine: 190
Prezzo: GRATUITO



Riccardo, 99 minuti prima della fine. Morgana, 1167 giorni prima dell’inizio. 
Un conto alla rovescia verso l’inevitabile. Il racconto di due vite legate per spezzarsi. Due strade che portano verso un unico istante, che è una fine e un inizio. 
Albion – il principe spezzato narra l’antefatto della saga. Accanto a Riccardo e Morgana si muovono i personaggi che hanno reso unica la saga.








La saga di Albion 

Libri del primo anno 
Albion (Albion #1) 
Albion – Diario di un’Assassina (Albion #1.5) 
Albion – Ombre (Albion #2) 
Albion – Il principe spezzato (Albion #2.5) 

Ciclo della Cerca 
Albion - Eredità (Albion #3) – in uscita nel 2016



Non avete ancora letto i libri di Bianca ma avete intenzione di correre ai ripari? Cliccate sui link qui sotto e comprateli tutti!!!



    

venerdì 29 luglio 2016

RECENSIONE: BANDA DI FRATELLI - Stephen E. Ambrose

BANDA DI FRATELLI

Stephen E. Ambrose



Editore: TEA
Pagine: 391
Prezzo: 13,00€

Trama: Banda di fratelli è la ricostruzione delle vicende militari dei 147 volontari che durante la seconda guerra mondiale, formarono la compagnia Easy, 506° reggimento fanteria paracadutista della celebre 101a divisione aviotrasportata dell'esercito americano. Nel corso dei 1095 giorni di storia della compagnia quei ragazzi divennero uomini, ma soprattutto nacque fra loro un legame destinato a durare per sempre: diventarono una banda di fratelli, pronti a dare la vita l'uno per l'altro. Stephen Ambrose ci racconta la loro storia eccezionale, trasportandoci al loro fianco nel vivo dell'azione, e restituendoci le paure, le emozioni e le gioie che provarono.





La mia opinione: un bel giorno stavo tranquillamente scorrendo i post sulla home di Facebook quando spunta fuori questo post che attira subito la mia attenzione: consigliava caldamente la visione di una certa serie tv, Band of Brothers. Incuriosita, inizio a reperire in giro informazioni al riguardo e mi ritrovo, nel giro di tre giorni, a guardare 600 minuti di serie tv. Sembravo una drogata. 
Però lo sapete, quando si tratta di storia e Seconda Guerra Mondiale proprio non so resistere.

mercoledì 20 luglio 2016

RECENSIONE: L'usignolo - Kristin Hannah

L’usignolo

Kristin Hannah


L'UsignoloEditore: Mondadori
Pagine: 466
Prezzo: 19,50 €

Trama: nel tranquillo paesino di Carriveau, Vianne Mauriac saluta il marito Antoine che si sta dirigendo al fronte. Non credeva che i nazisti avrebbero attaccato la Francia, ma di punto in bianco si ritrova circondata da soldati tedeschi, carri armati, aerei che scaricano bombe su innocenti. Ora che il Paese è stato invaso, Vianne è obbligata a ospitare il nemico in casa sua: da quel momento ogni suo movimento è tenuto d'occhio, lei e sua figlia sono in costante pericolo. Senza più cibo né denaro, in una situazione di crescente paura, si troverà costretta a prendere, una dopo l'altra, decisioni difficilissime. Isabelle, la sorella di Vianne, è una diciottenne ribelle in cerca di un obiettivo su cui lanciarsi con tutta l'incoscienza della giovinezza. Mentre lascia Parigi insieme a migliaia di persone, incontra il misterioso Gaëtan, un partigiano convinto che i francesi possano e debbano combattere i nazisti. Rapita dalle idee e dal fascino del ragazzo, Isabelle si unirà alla Resistenza senza mai guardarsi indietro, non considerando i rischi gravissimi a cui andrà incontro. Con coraggio e grazia, sorretta da una documentazione accuratissima, Kristin Hannah si addentra nell'universo epico della Seconda guerra mondiale per illuminare una parte della Storia raramente affrontata: la guerra delle donne. L'Usignolo racconta di due sorelle distanti per età, esperienze e ideali, ognuna alle prese con la propria battaglia per la sopravvivenza ma entrambe alla ricerca fiduciosa dell'amore e della libertà. Una storia toccante, dolorosa e coinvolgente che celebra la resilienza dell'animo umano e la straordinaria forza delle donne.


La mia opinione: ormai credo che anche su Marte sappiano quanto io sia appassionata del periodo delle due Guerre, perciò non starò qui a  rompervi le scatole, di nuovo.
Ogni tanto ci ricasco e inizio a guardare film, serie tv e leggere libri ambientati durante questi periodi storici ed è l’inizio della fine, credetemi. 

Questa volta il tutto è stato innescato da un post su Facebook che suggeriva la visione di “Band of Brothers” (dovete assolutamente guardare questa serie tv) e dopo aver guardato 600 minuti in meno di tre giorni (sì sembravo tipo drogata) ho deciso di accendere il mio ereader e andare a caccia di qualche libro a tema. La scelta è ricaduta su “L’usignolo”, un libro acclamato dalla critica internazionale! Unica pecca, il costo dell’edizione italiana…

La storia è ambientata  in Francia e inizia alla vigilia dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, raccontandoci da questo momento le storie delle due sorelle Mauriac, le cui storie a volte percorreranno binari paralleli, mentre altre volte torneranno ad incrociarsi.

Vianne e Isabelle sono quanto più diverse possibile possiate immaginare: la prima pacata, riflessiva, la seconda esuberante e travolgente. Potete immaginare come la guerra abbia reso ancora più burrascosi i rapporti tra le due: Isabelle è determinata a fare la sua parte e combattere la Germania, Vienne  vuole a tutti i costi proteggere sua figlia Sophie e attendere il ritorno del marito Antoine dalla guerra.
È così che le strade delle due sorelle si separano per l’ennesima volta: Isabelle si unisce alla Resistenza e porta in salvo i piloti Alleati attraverso i Pirenei ed il percorso ribattezzato l’Usignolo, Vianne protegge la figlia e la migliore amica mentre ospita un capitano tedesco in casa propria.

Questo libro dimostra come ci siano diversi modi di combattere la guerra, anche e soprattutto per le donne,  e che a volte sono proprio i gesti che passano più inosservati ad essere importanti.
L’usignolo” è una storia di guerra, combattuta non solo sul campo o in trincea, ma anche di amore, che sia per un uomo, per la propria famiglia o per le persone alle quali vogliamo bene e per le quali arriviamo a sacrificare tutto di noi.
Di Isabelle ho apprezzato la progressiva presa di coscienza, la sua crescita interiore che accompagna la sua storia, mentre di Vianne ho amato la forza di madre che l’ha spinta a sacrificare anche la propria dignità per tenere Sophie al sicuro.

È stato bello poter leggere della guerra dal punto di vista delle donne, quelle che nonostante siano rimaste a casa hanno dato un importante contributo alla propria nazione e che meritano di essere  ricordate e ringraziate tanto quanto gli uomini che la guerra l’hanno combattuta imbracciando il fucile.

Se amate leggere delle due Guerre, state certi che “L’usignolo” contribuirà ad ampliare le vostre conoscenze sull'argomento e non posso che consigliarvelo!



 Il mio voto: