lunedì 22 febbraio 2021

REVIEW PARTY: LA CORTE DI FIAMME E ARGENTO (A Court of Silver Flames) - Sarah J. Maas


LA CORTE DI FIAMME E ARGENTO
Sarah J. Maas



Editore: Mondadori
Pagine: 720
Prezzo: 22,00 €
Amazon | Ibs | LaFeltrinelli

Trama: Nesta Archeron non è quel che si dice un tipo facile: fiera del suo carattere spigoloso, è particolarmente facile alla rabbia e poco incline al perdono. E da quando è stata costretta a entrare nel Calderone ed è diventata una Fae contro la sua volontà, ha cercato in ogni modo di allontanarsi dalla sorella e dalla corte della Notte per trovare un posto per sé all'interno dello strano mondo in cui è costretta a vivere. 
Quel che è peggio è che non sembra essere ancora riuscita a superare l'orrore della guerra con Hybern. Di certo non ha dimenticato tutto ciò che ha perso per colpa sua. 
A rendere ancora più irritante la sua situazione, poi, ci pensa Cassian, apparentemente dotato di una naturale predisposizione a farle perdere il controllo. Ogni occasione è buona per stuzzicarla e provocarla, rendendo però allo stesso tempo evidente la natura del focoso legame che, loro malgrado, li unisce. 
Nel frattempo, le quattro infide regine, che durante l'ultima guerra si erano rifugiate sul Continente, hanno siglato una nuova e pericolosa alleanza, una grave minaccia alla pace stabilita tra i regni. E la chiave per arrestare le loro mire potrebbe risiedere nella capacità di Cassian e Nesta di affrontare una volta per tutte il loro passato. 
Sullo sfondo di un mondo marchiato dalla guerra e afflitto dall'incertezza, i due Fae tenteranno di venire a patti con i loro personali mostri, con la certezza di trovare, l'uno nell'altra, quel qualcuno che li accetta così come sono e che li può aiutare a lenire tutte le ferite.

La mia opinione: non riesco ancora a credere di aver finalmente letto questo libro dopo averlo aspettato per così tanti anni! Chi mi conosce sa che i Nessian sono una delle ship del mio cuore, li ho adorati fin dal primo momento e ho desiderato che fossero endgame con tutto il mio cuore.

Certo, dagli estratti che erano stati pubblicati si era diffuso un certo panico per una scena in particolare che aveva fatto temere che forse Sarah, come ha fatto così tante volte in passato, avesse in serbo per noi una sorpresa; ma io, miei cari lettori, ho sempre creduto in questi due e le sofferenze sono finalmente state ripagate.

Se volete sapere subito se mi è piaciuto, vi dirò questo: l’ho letto in meno di 3 giorni e vorrei sottolineare che questo bel mattoncino conta ben 800 pagine, quindi direi che avete la vostra risposta.

Okay, brevissimo recap delle puntate precedenti: ci eravamo lasciati a guerra finita, con tutta, o quasi, la bella famigliola felice anche se iniziava ad esserci sentore di qualche pericolo in arrivo; l’unica a non essere poi così tanto felice però è Nesta che è entrata in una spirale distruttiva dalla quale Feyre spera di tirarla fuori dandole un bello scossone mandandola ad addestrarsi con Cassian. Be’, conoscendo Nesta ci troviamo di fronte agli ingredienti perfetti per un disastro di proporzioni epiche!

Immaginate Nesta costretta a fare qualsiasi cosa non le vada bene e potete immaginare il suo umore per qualche centinaio di pagine…

Nesta è sempre stata un personaggio difficile e complicato, si è subito guadagnata l’odio del 99% del fandom che non ha mai sopportato la sua aggressività nei confronti di tutti, ma era chiaro che il suo comportamento nascondesse un mondo dietro e, grazie a questo libro, possiamo finalmente dire di conoscere la vera Nesta, quella che magari nemmeno lei ricordava più.

Sapete perché tra tutti i libri della Maas quelli di questa serie sono i miei preferiti? Perché Sarah riesce a scavare a fondo nell’anima di questi personaggi così complessi, che soffrono in modo così umano che tanti di noi si ritrovano ad un certo punto con le lacrime agli occhi perché si riconoscono in quelle parole.

E quante volte ho pianto leggendo le parole e i pensieri di Nesta, perché quelle stesse cose le ho pensate di me stessa così tante volte che, proprio come lei, ho finito per convincermi che fossero la verità. Ho sempre sentito di avere tanto in comune con Nesta e in questo libro ne ho avuto la conferma, la differenza sta solo nel modo in cui tutto questo lo si affronta: io mi stampo un bel sorriso in faccia e cerco di fare felici tutti, Nesta tira fuori gli artigli, affila la lingua e allontana tutti e tutto per la stupida convinzione di essere una delusione, un costante fallimento e di non meritare nulla di buono.

Questo libro è un viaggio nella sofferenza psicologica che sono certa accomuna tanti di noi, richiede in diversi punti la forza di confrontarsi con se stessi, proprio come deve fare Nesta, ma credo sia proprio per questo che “A Court of Silver Flames” è il libro migliore della Maas finora.

Sì, okay, c’è anche la storia d’amore, quella che aspettavamo tutti, ma questo libro è tanto altro: è un cammino verso la guarigione, l’accettazione di se stessi, insegna che ci meritiamo tutto il bene e l’amore di questo mondo, non importa se la pensiamo diversamente, dobbiamo solo avere il coraggio di guardarci dentro e apprezzare chi siamo, capire che siamo e saremo sempre abbastanza.

Vedete, quando penso a questo libro non è alla trama che riesco a pensare, ma a tutto questo, a quanto la storia di Nesta possa far sentire qualcuno compreso come mi sono sentita io e trovo che sia meraviglioso perché significa che ci troviamo di fronte ad un libro che lascia il segno.

Certamente ho apprezzato anche la trama, ho trovato interessante distaccarci dai protagonisti della trilogia ed esplorare un po’ di più questo mondo conoscendo anche nuovi personaggi: in particolare, sono certa che amerete tutti Gwyn ed Emerie e il rapporto che le lega a Nesta perché io le ho assolutamente adorate e spero vivamente che avremo l’occasione di rivederle nei prossimi libri.

Sono inoltre curiosissima di scoprire dove intende condurci la Maas con tutte le basi gettate in questo volume perché una cosa è ormai chiara, la guerra incombe e potrebbe essere ben più terribile della precedente. Ovviamente non potevano continuare a vivere tutti felici e contenti, assolutamente no, e tra intrighi, tradimenti, doppio gioco di alcuni personaggi che forse non sono mai stati come appaiono, io inizio ad incrociare le dita affinché arrivino tutti vivi fino alla fine, non si sa mai.

Questo libro è stato assolutamente perfetto, ho amato i Nessian, entrambi sono cresciuti tantissimo e si sono migliorati a vicenda, hanno affrontato i propri demoni e ne sono usciti più forti di prima. Ho avuto esattamente tutto ciò che avrei potuto desiderare, grazie Sarah.

Devo però fare qualche piccolo appunto all'edizione italiana: mi dispiace, ma la traduzione non ha convinta, molti passaggi mi hanno lasciata perplessa e diverse volte i pronomi erano sbagliati; inoltre, non capisco la scelta di lasciare alcuni termini in inglese e di tradurne altri, avrei preferito una linea unica.
Ovviamente queste critiche non inficiano la validità del libro, ma sarei stata ipocrita se avessi taciuto perchè in privato, con alcune amiche, ho discusso di queste cose e mi sembrava onesto dirle anche nella recensione.

Ben, adesso non ci resta che aspettare, credo un paio di anni, per scoprire su chi sarà il prossimo volume e come continuerà la storia.

Ps.sapete, dopotutto non sono così convinta che Azriel ed Elain siano endgame, anche perché a me è partita una nuova ship che non vi dirò per evitare di spoilerare, ma possiamo sempre parlarne in privato…


Il mio voto: 



Nessun commento:

Posta un commento