mercoledì 29 febbraio 2012

Petizione per avere tradotti i Dark Hunters ogni 4 mesi!!!

 Buonasera lettori e lettrici del blog! Se voi come me seguite questa serie Urban Fantasy, sarete sicuramente interessati! Le ragazze di Romanticamente Fantasy hanno dato il via ad una petizione.
Vi lascio alle loro parole:

Fan dei Dark Hunters, fate sentire la vostra voce!
L'anno scorso la Fanucci Editore ci avevano fatto sognare con l'idea di una pubblicazione quadrimestrale dei libri di Sherrilyn Kenyon. Purtroppo però i libri continuano tutt'oggi ad uscire con una cadenza più o meno semestrale, e spesso sono soggetti a slittamenti.
In America i libri sono molto più avanti con la pubblicazione. Senza contare le storie brevi, la guida, ed anche il dodicesimo libro, Anche i Diavoli Piangono, già pubblicato in Italia quando la Fanucci era ancora un marchio della Rizzoli, siamo ugualmente indietro di ben quindici libri (per il momento).
Andando avanti di questo passo, e considerando che in America ne pubblicano di media uno nuovo all'anno, arriveremmo a vedere la fine della serie in CIRCA 11 anni!!!!
Direi che sono un pò troppi.
Con questa petizione, vogliamo ricordare alla casa editrice la vecchia idea della pubblicazione ogni 4 mesi, chiedendo che venga finalmente applicata. Se non altro, per evitare la perdita d'interesse da parte dei fan che potrebbe verificarsi con l'eccessivo prolungamento delle pubblicazioni. Questo sia per far contenti i fan, che per evitare perdite economiche alla casa editrice.

Image and video hosting by TinyPic

<a href="http://www.petizionionline.it/petizione/pubblicazioni-quadrimestrali-dei-dark-hunters-di-sherrilyn-kenyon/6446" target="_blank"><img src="http://i42.tinypic.com/2daj0xl.gif" border="0" alt="Image and video hosting by TinyPic"></a>

Recensione: Al servizio del re - Margaret Moore

Al servizio del re 
Margaret Moore

Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 160
Prezzo: 5,90 €

Trama: Blaidd Morgan, cavaliere al servizio di Enrico III Plantageneto, è stato incaricato dal sovrano di indagare sul conto di lord Trockton, sospettato di alto tradimento, e poiché la sua missione deve rimanere segreta decide di presentarsi al castello del barone in veste di corteggiatore della sua splendida figlia Laelia.
La giovane è davvero molto avvenente, ma quasi subito Blaidd comincia a trovarla noiosa e superificiale.
Al contrario la sorella di lei, Rebecca, è un turbine inarrestabile di vitalità al quale lui, pur sapendo di non potersi permettere distrazioni nel corso di quella delicata missione, non sa resistere.
Il sentimento che li unisce è molto più di un idillio passeggero, ne sono convinti entrambi, fino a quando Rebecca non scopre il vero motivo per cui Blaidd si trova lì.


La mia opinione: continuano le mie letture dedicate al romance storico. Credo di aver scoperto un'autrice veramente brava, tuttavia dovrò leggere qualcos'altro di suo per farmi un'opinione più completa. 
Ma ora passiamo alla storia...
Blaidd Morgan viene inviato da re Enrico a Trockton per indagare sulla dubbia lealtà di lord Trockton. Annunciato come corteggiatore della bellissima lady Laelia, Blaidd viene accolto in modo alquanto brusco: una strana ragazza lo ferma al cancello prendendosi gioco di lui e irritandolo. Il nostro bel cavaliere, dopo essere riuscito a sottrarsi alle beffe di Rebecca, arriva finalmente al castello mettendo da parte l'irritazione e beandosi della vista di lady Laelia. Non c'è dubbio che le voci sulla bellezza della ragazza siano assolutamente vere!
Peccato che spunti fuori Rebecca, causando l'irritazione sia della sorella che di Blaidd!!! Al contrario di Laelia, non è una gran bellezza, anzi è spesso dipinta come una ragazza scialba, tuttavia ha un carattere forte ed indipendente e questo farà breccia nel cuore di Blaidd.
Potete allora immaginare come egli scopra pian piano tutti gli aspetti positivi che rendono attraente questa ragazza, che ha la sfortuna di essere pure zoppa. La caratterizzazione di Rebecca è uno degli aspetti che ho apprezzato di più in questo libro; non sopporto le protagoniste perfette, dalla pelle diafana, i capelli lucenti e il corpo di una dea!!! 
Avevate dimenticato la questione del tradimento, vero? Bene, non fatelo perchè ciò scatenerà eventi importanti, fughe, liti e, infine, riappacificazioni!!!
Non voglio svelarvi altro perchè questo libro merita di essere letto tutto d'un fiato! Se vi capita sotto mano non lasciatevelo sfuggire, mi raccomando!



martedì 28 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #9

Dopo un periodo in cui la rubrica è stata in pausa a causa dei miei impegni, 30 Days of The Lord of the Rings è tornato!!!


 

Giorno 9 
Il personaggio che odi di più


Senza alcuna ombra di dubbio Denethor, lo odio così tanto che non potete immaginare!!!

Prossimamente: La ricamatrice di segreti - Kate Alcott

Leggendo la rivista "Il libraio" sono stata subito colpita dalla copertina di questo libro, così ho cominciato a leggerne la trama. Posso dire di aver fatto una bella scoperta sia per la casa editrice, della quale non avevo sentito mai parlare, sia per il prezzo: la tre60 pubblicherà libri al prezzo di 9,90 €!
Insomma, potevamo chiedere di più?
Credo che lo comprerò perchè la storia è molto interessante, il Titanic ha sempre un certo fascino!



La ricamatrice di segreti 
Kate Alcott

Editore: tre60
Pagine: 400
Prezzo: 9,90 €
Data di uscita: 15 marzo

Cherbourg, Francia, 10 aprile 1912. 
È stata una bugia, il biglietto che ha permesso a Tess di salire sulla nave più lussuosa del mondo, diretta in America: stanca di passare le giornate a cucire per pochi spiccioli e dotata di uno straordinario talento come ricamatrice, la ragazza ha trovato il coraggio di avvicinare Lady Lucile Duff Gordon e, mentendo sulla propria identità e sul proprio passato, ha convinto la celebre stilista ad assumerla come segretaria personale. Adesso, davanti a lei, si apre un mondo che sembra uscito da una fiaba: saloni maestosi, tavole imbandite, cabine sfarzose e, soprattutto, sontuosi abiti di velluto cangiante, pizzi raffinati, sete pregiate… Eppure, in quei pochi giorni di viaggio, non sono soltanto la magnificenza e la ricchezza a stupire Tess; ben più sconvolgenti, infatti, sono gli sguardi e le parole di Jim, l’umile mozzo che ha fatto breccia nel suo cuore. Proprio come, di lì a poco, un iceberg farà breccia nell’«inaffondabile» Titanic…



New York, 18 aprile 1912. 
Giunti negli Stati Uniti, i sopravvissuti al naufragio del Titanic vengono accolti come eroi. Ben presto, però, l’ombra del sospetto oscura proprio la stella di Lady Gordon, accusata da un giornale scandalistico di aver corrotto gli ufficiali di bordo pur di salire su una delle poche scialuppe di salvataggio. E, quando scoprirà che la fonte di quella notizia è Jim, Tess sarà costretta a una scelta drammatica: proteggere la sua benefattrice o combattere al fianco del suo grande amore…

venerdì 24 febbraio 2012

Prossimamente: Il sentiero nascosto delle arance - Ersi Sotiropoulos

Sta per arrivare in Italia il libro di una scrittrice greca, un romanzo che sembra essere molto bello! Oltre alla copertina bellissima, la trama sembra promettere una storia coinvolgente!




Il sentiero nascosto delle arance 
Ersi Sotiropoulos 


Editore: Newton Compton
Pagine: 256
Prezzo: 9,90 €
Data di uscita: 8 marzo

Durante una calda estate greca, alla fine degli anni Novanta, si intrecciano le vite di quattro personaggi stravaganti e solitari, mossi dal desiderio di cambiare le proprie esistenze. Lia è una ragazza affetta da un misterioso virus che la sta consumando e vive reclusa in un ospedale di Atene, circondato da alberi di arance. Il suo unico contatto con il mondo esterno è il fratello Sid, schivo e poco socievole. Il suo peggior nemico, invece, è Sotiris, un infermiere che non perde occasione per maltrattarla, al punto da spingerla a tramare una vendetta. C’è poi Nina, una ragazzina ribelle, che sogna di fuggire dal villaggio di pescatori dove trascorre gran parte della sua vita, un luogo in cui il tempo sembra non passare mai. Sarà proprio qui che la vedrà per la prima volta Sotiris, fatalmente attratto dalla sua bellezza. Le loro quattro strade, all’apparenza così distanti, potrebbero non incontrarsi mai. Eppure, al di là delle loro piccole manie, delle loro fragili volontà, qualcosa li accomuna e li lega: un insopprimibile bisogno d’amore. Ersi Sotiropoulos, pluripremiata scrittrice greca, firma un indimenticabile romanzo dal gusto dolceamaro, commovente e intenso.

Recensione: Domeniche da Tiffany - Patterson James; Charbonnet Gabrielle

Domeniche da Tiffany 
Patterson James - Charbonnet Gabrielle
 

Editore: TEA
Pagine: 258
Prezzo: 8,60 €

Trama: Jane è una bambina solitaria e sensibile. Sua madre, potente manager di una compagnia teatrale di Broadway, non ha tempo per lei, presa com'è dal suo lavoro. Per fortuna c'è Michael, un giovane gentile, comprensivo e divertente che tutte le mattine l'accompagna a scuola e trascorre tante ore con lei. Ma solo la piccola, può vederlo, perché Michael è il suo amico immaginario. E come ogni amico immaginario, il suo compito è quello di accudire i bambini sino ai nove anni di età. Dopodiché i piccoli dovranno cavarsela da soli. Eppure molti anni dopo accade l'impossibile: Jane e Michael si incontrano casualmente a New York. Sono passati più di vent'anni, ma lui è identico, inconfondibile. Jane pensa di essere impazzita: Michael esiste davvero? È un uomo? Un angelo? Ma in fondo che importanza ha? Quel che conta è che Jane è innamorata e che Michael è l'uomo perfetto per lei... 

 

La mia opinione: nel corso di questa lettura mi è sembrato di essere sospesa tra sogno e realtà, esattamente come la protagonista.
Conosciamo Jane quando è appena una bambina di 8 anni che trascorre il suo tempo libero in compagnia di Michael, il suo amico immaginario. Mentre sua madre, Vivienne, cerca il prossimo marito, Jane mangia il suo gelato al caffè con il caramello e gioca con Michael, trascorrendo in sua compagnia i momenti più belli della propria vita, che ricorderà anche dopo che il suo amico immaginario sarà costretto a lasciarla.
Rincontramo una Jane ormai adulta, con un lavoro che non la soddisfa, un rapporto di odio-amore con sua madre, sempre più diva e fredda, e un fidanzato bellissimo, ma idiota! 
Avrei tanto voluto prenderlo a pugni in faccia, credetemi!!!
Alla nostra protagonista serve una svolta e l'occasione giusta le si palesa proprio quando scorge il suo Michael, il Michael di Jane. Lui non dovrebbe essere lì, tuttavia non riesce a resistere alla tentazione di stare vicino a Jane.
I due finalmente sì riavvicinano, si ritrovano, a 23 anni di distanza da quel 9° compleanno che li aveva separati. Jane rinasce e acquisisce più sicurezza proprio grazie a Michael.
Mi è piaciuta questa storia d'amore, delicata e forte al tempo stesso, così come i suoi due protagonisti che non si può fare a meno di apprezzare. Lo stile è molto scorrevole e il libro si legge velocemente. 
Sicuramente una lettura leggere per uno di quei giorni in cui non vi va di fare nulla se non rilassarvi.




lunedì 20 febbraio 2012

Recensione: La strega e il cavaliere - Laura Fiamenghi

La strega e il cavaliere 
Laura Fiamenghi

Editore: Lulu
Pagine: 236
Prezzo: gratuito (pdf)

Trama: cosa fareste voi se vi scopriste in grado di poter leggere i pensieri altrui? Di avere premonizioni e di poter scagliare maledizioni? Viola decide di rifugiarsi per qualche tempo lontano da tutto e da tutti nella baita di famiglia sperduta tra le montagne. Ha bisogno di quiete e tempo per pensare, ma i suoi poteri, bizzarri e incontrollabili compiono per lei l'irreparabile: tramutano un falco in uomo. Una storia magica e senza tempo, di terre ed epoche perdute... 


La mia opinione: ho trovato questo libro per puro caso, nel corso di una delle mie ricerche di libri, e l'ho lasciato sul mio e-reader per un tempo fin troppo lungo! Finalmente mi sono decisa a leggerlo e ora mi picchierei per essere stata così stupida dal non farlo prima! Ma veniamo alla storia...
Viola, una giovane ragazza, vive da troppo tempo una condizione di disagio: sa di avere dei poteri, ma non riesce a controllarli. Decide così di ritirarsi presso la baita della sua famiglia, alla ricerca di quelle risposte di cui necessita. Passano appena due giorni e già accade qualcosa di stranissimo: ha una visione, un falco nero colpito a morte da alcuni cacciatori. Viola non riesce a capirne il motivo, ma sente di doverlo salvare; quello che non immagina è che quel falco è in realtà un uomo, un cavaliere, che da 700 anni è vittima di una maledizione che lei riesce a spezzare. Ragnor, questo è il suo nome, è ferito e Viola si prende cura di lui guarendolo e sfamandolo. Ancora una volta intervengono i poteri di Viola, infatti la ragazza ha una nuova visione che vede protagonista sua madre, ormai morta da anni, mostrarle il nascondiglio di uno strano specchio. Al risveglio Ragnor e Viola lo recuperano, non sapendo però che questo provocherà un drastico cambiamento: entrambi vengono trasportati nel passato, esattamente 3 giorni dopo la trasformazione e conseguente scomparsa di Ragnor. Il cavaliere fa ritorno al suo feudo, accolto dalla gioia del popolo e dei suoi cavalieri, accampagnato dalla giovane strega giustamente spaesata dall'enorme cambiamento che la sua vita ha subito. Tuttavia Viola non si perde d'animo e presto tutti la ammireranno e la ameranno.
Fin dal primo momento tra Viola e Ragnor è scattato qualcosa che entrambi non riescono ad ignorare, sembra essere amore. Il cavaliere è attraente e forte, si prende cura di Viola con molta premura, ed è chiaro a tutti che la ragazza è di sua esclusiva "proprietà". Il loro sentimento si evolve in modo graduale, trasformandosi in vero amore, un sentimento che riuscirà in seguito a salvarli.
Come in ogni storia che si rispetti fa la sua comparsa il cattivo di turno, o meglio la cattiva: strega Endora, nonna di Viola, è determinata a soggiare la nipote ed il suo potere, cosa che non era riuscita a fare con Elena, la madre di Viola. Entrano in gioco nuovi personaggi, ognuno dei quali ha il proprio ruolo nella storia che ho trovato davvero molto ben strutturara e curata. Non voglio svelarvi altro per non rovinarvi la sorpresa nel caso decideste di leggere questo bel libro, tuttavia voglio spingervi a farlo perchè ne rimarreste davvero sorpresi!!!



mercoledì 15 febbraio 2012

lunedì 13 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #6



Giorno 6:

come hai conosciuto Tolkien ?


Io l'ho conosciuto in tv quando davano i film di ISDA il fine settimana. Poi ho letto il libro...

domenica 12 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #5



Giorno 5:
citazione che ti viene in mente quando pensi a Tolkien.



C'è un passo che non dimenticherò mai e che mi emoziona ogni volta che lo rileggo:

Sam: "È come nelle grandi storie, padron Frodo, quelle che contano davvero, erano piene di oscurità e pericolo, e a volte non volevi sapere il finale, perchè come poteva esserci un finale allegro, come poteva il mondo tornare com'era dopo che erano successe tante cose brutte, ma alla fine è solo una cosa passeggera, quest'ombra, anche l'oscurità deve passare, arriverà un nuovo giorno, e quando il sole splenderà sarà ancora più luminoso, quelle erano le storie che ti restavano dentro, anche se eri troppo piccolo per capire il perchè, ma credo, padron Frodo, di capire ora, adesso so, la persone di quelle storie avevano molte occasioni di tornare indietro e non l'hanno fatto... andavano avanti, perchè loro erano aggrappati a qualcosa."
Frodo:
"Noi a cosa siamo agrappati Sam?"
Sam:
"C'è del buono in questo mondo, padron Frodo... è giusto combattere per questo!"

Recensione: Il castello dei sogni - Angela White

Il castello dei sogni
Angela White

Editore: Mondadori
Pagine: 304
Prezzo: 2,99 € (in e-book)

Trama: dopo la morte del padre, il signore di Deerstone, Lianne rimane sola al mondo quando sua madre scompare nel nulla. Appena nata, la ragazza era stata promessa in sposa a Hayden, un abile e feroce guerriero che, sopravvissuto in tenera età allo sterminio della propria famiglia, era stato accolto proprio a Deerstone. In cerca di protezione, ora Lianne lo richiama a sé e Hayden non si tira indietro, prende possesso del castello e la sposa. Ma ad attenderlo non sono giorni felici, perché la strada per superare i dolori e le atrocità del passato è ancora lunga e il suo cuore sembra incapace di amare.

La mia opinione: Lianne, dopo aver visto morire il padre e scappare la madre in preda al dolore, si ritrova ad essere la castellana di Deerstone a soli 17 anni. La sua terra, chiusa tra il mare e la foresta, è in costante pericolo, soprattutto ora che non c'è più un signore a tenerne le redini.
Le sue infinite lettere, richieste di aiuto, ai vecchi amici di suo padre cadono nel vuoto e sembra che ormai nessuno si interessi alle sorti di Deerstone, il suo popolo e Lianne.
La sua ultima possibilità è appellarsi ad una antica promessa che, spera, sarà mantenuta. Hayden di Kingsden non si tira indietro e accetta immediatamente di assolvere il suo compito.
Il primo incontro tra Lianne e Hayden vede già lo spargersi del sangue, questa volta dei briganti, e il nuovo signore sembra rianimarsi davanti ad un combattimento, i suoi occhi d'argento si animano di fiamme danzanti, fiamme e ricordi che lo tormentano da troppi anni.
Se Lianne pensa di condurre il gioco secondo le sue regole, si sbaglia di grosso, Hayden gioca solo e soltanto secondo le sue regole e sono gli altri a doverle seguire.
Ben presto i due si ritrovano sposati e Lianne comincia a percepire tutto il dolore che si cela dietro la freddezza del marito, un dolore che dovrà imparare a conoscere se vuole cancellarlo dai suoi occhi, dalla sua mente e dai suoi sogni.
Il leone dormiente è stato finalmente destato dalla cerbiatta.
Un bel romanzo di quest'autrice italiana che all'esordio ci lascia con un sorriso sulle labbra una volta chiuso il volume.







 

sabato 11 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #4




Giorno 4:
Beren & Luthien, Aragorn & Arwen o Faramir & Éowyn?


Ecco una domanda davvero difficile! Per l'intensità del loro rapporto, che supera tutte le difficoltà, io dico: Aragorn & Arwen.

venerdì 10 febbraio 2012

Recensione: Libero Arbitrio - Caterina Armentano

Libero Arbitrio 
Caterina Armentano

Editore: 0111 Edizioni
Pagine: 200
Prezzo: 15,00 €

Trama: In un paesino della Calabria, un luogo non ben definito, dove lo spazio simbolico prevale su quello reale, inizia  l'intreccio delle vite di alcune donne che vivono nello stesso condominio. Loro si aiutano,  si odiano, si invidiano, fanno comunella tra loro.
Ogni donna ha una caratteristica ben specifica: Miriam desidera partecipare ad Amici nonostante abbia superato letà e digiuna se Gigi dAlessio tradisce la moglie.  Gianna abortisce di nascosto dal marito perché non desidera più avere figli. Cosima è convinta di meritare un marito dittatore e crudele e non si rende conto che sua figlia, adolescente, ha una vita sessuale attiva e usa spesso la pillola del giorno dopo. Raffaella vive sempre storie sbagliate perché desidera al più presto  sposarsi. Marianna non accetta le convenzioni di una società che la vorrebbe sposata e accasata con un ragazzo che lei non ama.
Questi frammenti di vita sono il contorno della vera storia, raccontata da Rebecca, colei che porta in seno la maledizione che le fa perdere i figli prima che nascano. Rebecca narra la vicenda di Ester, la sua migliore amica, colei che vota la sua vita a un sogno che lha travolta e perseguitata per tutta la vita: in una notte catartica e senza luna, a Ester sembra che le membrane del tempo si siano squarciate, offrendole la possibilità di sbirciare nel futuro e consentendole  di vedere il volto della sua futura bambina. Ma si accorgerà ben presto che questa meravigliosa visione resterà ciò che era, cioè un sogno e che, al contrario, la realtà ha in serbo per lei un tragico finale.
 


La mia opinione: mi è capitato di rado di leggere libri capaci di suscitare in me emozioni tanto forti. 
Le storie raccontate da "Libero arbitrio" sono quelle che potremmo trovare in un qualsiasi condominio, tuttavia leggere di queste vite, ognuna delle quali porta con sè i propri dolori, ha lasciato in me un segno profondo.
In primo piano ci sono le storie di Rebecca ed Ester, donne ferite nell'animo e tormentate da un desiderio in comune: la maternità. Eppure le due amiche hanno due modi completamente differenti di affrontare la realtà: se Rebecca si rassegna all'impossibilità di portare a termine la gravidanza, Ester non si arrende e cerca in tutti i modi di avere la sua bambina, che in sogno aspetta solo lei.
Alle loro vite si intrecceranno quelle delle altre donne del condominio nel quale vivono e scopriremo i dolori di tutte loro, entrando nell'intimità delle loro menti e delle loro case.
In un piccolo paese, nel quale gli abitanti sono vittime di credenze e pregiudizi, l'esercizio del libero arbitrio può portare alla caduta dal piedistallo, come succede ad Ester che, da donna ammirata da tutti, viene rinnegata e additata, spinta ad isolarsi e a diventare un'altra persona. Tutto questo per aver voluto provare la gioia di essere madre.
Le scelte di Ester sono discutibili e la stessa Rebecca non le vede di buon occhio, ma, nel momento del bisogno, è proprio lei a prendersi cura della sua amica, trascurando la propria casa e suo marito. Nessuno riesce a capire questa donna, fragile nel suo momento di maggiore vulnerabilità sia mentale che fisico.
Quando si comincia ad intravedere uno spiraglio di luce, ecco che accade qualcosa di tragico, che cambierà per sempre un intero paese.
Ho letto le ultime venti pagine con le lacrime agli occhi, lacrime che non ho saputo trattenere.
"Libero arbitrio" è uno dei libri più belli che abbia letto fin ora, con un messaggio molto importante e che ci deve portare a riflettere su tanti atteggiamenti che assumiamo ormai quasi incosapevolmente.







30 days of The Lord of the Rings #3




Giorno 3:
opera di Tolkien preferita.

Purtroppo, e lo dico con grande rammarico, l'unica opera di Tolkien che ho letto è "Il Signore degli Anelli", perciò direi che la mia risposta è decisamente scontata.

mercoledì 8 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #2




Giorno 2:
Luogo della Terra di Mezzo (e non) in cui vorresti vivere


Se potessi sceglierei di vivere a Rohan, con questa terra è stato amore a prima lettura!

Beauty Tips #2

Buongiorno a tutte!!!
La neve è arrivata anche quì in Puglia perciò oggi le scuole sono chiuse! Ne ho subito approfittato e sono andata all'Oviesse alla ricerca, ancora una volta, della collezione Crystalliced.
Le mie preghiere sono state finalmente ascoltate perciò ho approfittato per fare un po' di shopping!
Ecco i prodotti che ho acquistato!




Smalto della collezione Crystalliced, 04 Ice Eyes Baby! L'ho adocchiato fin da quando è uscita la preview e finalmente sono riuscita a prenderlo. Nella mia collezione mancava questo colore che mi piace particolarmente perchè l'effetto è davvero glaciale ed è pieno di brillantini minuscoli! Ho appena fatto la prima passata ed il colore è semitraparente, ora ne faccio una seconda!




Glitter per occhi, labbra e corpo, sempre della collezione Crystalliced nella tonalità argentata 02 Diamond Dust. Questo era un altro articolo che agognavo e che mi servirà a carnevale. Sono molto soffisfatta del sigillo apposto sul barattolino, un vero e proprio anti-scroccone che vanno allo stand della Essence a provare trucchi qua e là! Il barattolino è un po' piccolino, ma ero già preparata a questo.



Mascara I love Extreme che mancava da un bel po' nello stand Essence della mia città. Il mio mascara è finito perciò ne ho subito approfittato. Le ragazze che lo hanno provato dicono che è ottimo quindi mi fido.











Questi sono i miei nuovi acquisti!
Un aggiornamento sullo smalto 35 Movie Star di cui vi ho parlato nella scorsa puntata di "Beauty Tips": la tenuta è ottima, lo smalto non viene via e al momento della rimozione non macchia le unghie!

martedì 7 febbraio 2012

30 days of The Lord of the Rings #1

Buon pomeriggio a tutti, lettori e lettrici del blog!
Inauguriamo oggi una rubrica che durerà per 30 giorni, ovvero "30 days of The Lord of the Rings". Ogni giorno ci sarà una domanda alla quale rispondere riguardante il mondo creato dal Professore.
Questa iniziativa è stata indetta dalla pagina facebook "Il secondo mondo di Tolkien - La Terra di Mezzo".







La domanda di oggi è:
Qual è il tuo personaggio preferito?


Ci sono tanti personaggi che mi stanno a cuore, come Frodo, Sam e Eowyn, tuttavia quello che mi ha colpita di più e che si è guadagnato il primo posto è Aragorn.

Recensione: Sogni tra i fiori - Mariagrazia Buonauro -

Sogni tra i fiori 
Mariagrazia Buonauro


Editore: Csa
Pagine: 123
Prezzo: 13,00 €

Trama:  Laura, una donna riflessiva, dopo aver cavalcato la tempesta per la fine di un amore e la vendita della casa, recupera la gioia di vivere. Quando la sua vita prende un nuovo corso, canta la sua storia che narra d’amore, magia, sogni e speranze in uno stile immaginifico e vibrante che tocca le corde più intime del cuore.



La mia opinione: "Sogni tra i fiori" è un libro che, a mio avviso, avrebbe potuto dare molto di più, l'autrice non ha sfruttato al massimo il potenziale della storia.
Laura, una donna di 32 anni, decide di dare una svolta alla sua vita e trovare finalmente il coraggio di cambiare una situazione che ormai ha capito essere insopportabile. E' sempre stata l'altra, l'amante, ma ora è il momento di dire basta e troncare di netto il rapporto con Antonio che, sebbene sia sposato, non si fa scrupoli ad avere due piedi in una scarpa.
Laura finalmente apre gli occhio davanti ad una realtà capace solo di farla soffrire.
Comincia la sua rinascita, un vero e proprio ritorno alla vita. Sollecitata dalla madre, si prende una vacanza e vola a New York dove, a sua insaputa, il destino le ha dato appuntamento. E' difficile per lei tornare a fidarsi di un uomo, ma Sergio è tutto ciò che desidera: un compagno affidabile, serio e che la ama davvero. Comincia per lei una favola, tutta da vivere al fianco del suo uomo, ma che non le risparmierà altro dolore.
Quella di Laura e Sergio è una storia abbastanza realistica, che ci mostra le gioie e i dolori della vita, che ci insegna a saper perdonare.
Gli aspetti di questo romanzo che non mi sono piaciuti sono per lo più tecnici. Mi spiego meglio: i dialoghi sono tutti fin troppo concisi, le frasi brevi, a volte anche un po' banali, tra le quali spuntano all'improvviso perle di saggezza che io trovo belle, ma mal'inserite; si possono infatti leggere frasi semplici immediatamente seguite da questi aforismi che creano un distacco troppo netto.
Il rapporto tra i due protagonisti è poco approfondito, i due s'innamorano forse troppo facilmente. Esso si evolve con una velocità sorprendente, tralasciando molti aspetti importanti come la conoscenza reciproca, la crescita sentimentale che dovrebbe portare dall'interessamento all'amore.
Trovo che i tempi di narrazione siano troppo affrettati e, sinceramente, non riesco a capirne il motivo dato che la "materia" sulla quale lavorare è ottima.
Il finale l'ho trovato un po' più accurato e coinvolgente del resto del romanzo.
Questa lettura mi ha lasciato un po' di amoro in bocca perchè prometteva davvero bene.